';
side-area-logo

Case History

LE NOSTRE CASE HISTORY

Scopri cosa

abbiamo fatto

Image module

Il compito di Aceper è quello di intervenire prontamente quando il cliente ha difficoltà nella gestione dell’impianto, capire il motivo del problema e risolverlo nel modo più efficace. Abbiamo selezionato alcuni casi significativi, tra le centinaia che abbiamo seguito negli anni.

Le nostre Case History

Image module

Quando il GSE possiede dati di produzione errati

A causa di un guasto al contatore, un’azienda agricola piemontese ha dovuto chiedere il ricalcolo della produzione a e-distribuzione, che le ha fornito il dato tramite PEC. Trattandosi di una comunicazione ufficiale, l’imprenditore ha dato per scontato che il dato di ricalcolo fosse stato automaticamente trasmesso anche al GSE. Questo passaggio, però, non era avvenuto.
Ce ne siamo accorti quando gli abbiamo fornito le credenziali del nostro software, che monitora la produzione dell’impianto e la rappresenta sotto forma di grafici, di semplice consultazione anche per i non addetti ai lavori. È subito saltata all’occhio una notevole anomalia: il volume di produzione calcolato da e-distribuzione per il 2017 era ben più alto rispetto a quello su cui il GSE si era basato per calcolare gli incentivi (la differenza era di circa 20mila kWh).

Il GSE ha liquidato all’azienda agricola ben 11.000 euro di incentivi.
Image module

Quando la ritenuta d’acconto del 4% è applicata anche alle aziende agricole

Su tutti gli incentivi viene applicata di default la ritenuta d’acconto del 4%. Le aziende agricole sono esonerate da questo pagamento perché sono sottoposte a un’aliquota fissa; non tutte però ne sono consapevoli, e l’iter per recuperare le somme già versate può rivelarsi piuttosto farraginoso. È la situazione in cui si è trovata un’azienda agricola piemontese nostra associata, che abbiamo aiutato a recuperare circa 3.500 euro di ritenuta d’acconto pagata e non dovuta.
Quando si è rivolta a noi, questa specifica azienda era reduce da ben due anni di blocco totale degli incentivi. Ci siamo messi all’opera per ricostruire l’accaduto e abbiamo scoperto che i motivi erano due. Innanzitutto l’imprenditore non sapeva di dover aggiornare periodicamente la dichiarazione antimafia. Per giunta, il sistema di autolettura del contatore non comunicava correttamente con e-distribuzione e quindi il GSE calcolava gli incentivi sulla base di una produzione molto più bassa di quella reale. L’imprenditore aveva già provato più volte a cambiare SIM e operatore, fino a quando non siamo intervenuti (con il supporto di un nostro partner) per sostituirgli il contatore.

L’azienda agricola ha riscattato oltre 21mila euro di conguagli.
Image module

Quando la telelettura non corrisponde alla reale produzione

Dopo aver sostituito il contatore, una grande azienda agricola in provincia di Bergamo riscontrava continui problemi tecnici con la telelettura. Per più di un anno il volume di produzione che risultava al GSE è stato sistematicamente più basso rispetto a quello realmente generato dall’impianto.
Il responsabile tecnico ha provato più e più volte a riparare il guasto, senza riuscirci. Quando si è rivolto a noi di Aceper, abbiamo immediatamente affidato la questione a un nostro partner specializzato.

L’azienda ha incassato un conguaglio di oltre 100mila euro.
Image module

Quando il GSE calcola gli incentivi sulla base di una produzione inferiore a quella reale

Una grande azienda della provincia di Milano si è associata ad Aceper perché voleva essere più consapevole del funzionamento e del rendimento economico dei propri impianti.
Grazie al nostro software, abbiamo notato che al GSE risultava una produzione di 6.900 kWh per il mese di settembre 2016; una cifra decisamente troppo bassa per un impianto da oltre 500 kWp. Confrontando il dato con quello del registro di produzione, infatti, è emerso che il dato reale era ben di 69.000 kWh, ben dieci volte tanto.
Siamo entrati in azione per comunicare l’anomalia.

Il nostro associato ha recuperato oltre 15mila euro.
Image module

Quando l’azienda non è consapevole della produzione del suo impianto

Una media struttura alberghiera della provincia di Pavia aveva installato un impianto ormai da diversi anni ma lo teneva sotto controllo in modo piuttosto sommario, limitandosi a verificare che il GSE erogasse gli incentivi a intervalli regolari. Questa situazione è piuttosto comune e comprensibile. Qualsiasi imprenditore deve dedicarsi full time alla gestione della sua attività, che spesso non ha nulla a che fare con le energie rinnovabili. L’idea di maturare internamente le competenze tecniche, che per giunta sono in costante aggiornamento, è fuori dalla portata della stragrande maggioranza delle piccole e medie imprese italiane.
Una prima sommaria analisi dei dati di produzione ci ha già permesso di notare palesi anomalie, poi confermate dall’approfondito check-up condotto da un nostro partner specializzato.

L’impianto è riuscito a recuperare il 40% della produzione.
Image module

Quando un guasto tecnico compromette le performance dei pannelli

Una piccola realtà commerciale della provincia di Pavia ha installato il nostro software e si è resa conto del fatto che il suo impianto produceva sempre meno di anno in anno.
Il check-up tecnico condotto da un nostro partner ha accertato che i pannelli versavano in condizioni critiche, a tal punto da rendere più conveniente rifare l’impianto ex novo.

L’associato ha seguito il nostro consiglio e ora la produzione è superiore alle più rosee aspettative.