';
side-area-logo

Tiziano Campioni e la gestione efficace dell’impianto

Tiziano Campioni con la moglie Giuliana gestisce da molti anni un’azienda agricola a Casalnoceto (in provincia di Alessandria) che coltiva grano, erba medica, coriandolo e, soprattutto, pomodori per alcune tra le più importanti aziende italiane produttrici di pelati e passata.

Il suo incontro con Aceper è avvenuto nel 2017 a seguito di alcuni problemi relativi ai dati inviati al GSE (Gestore dei servizi energetici) che penalizzavano gli incentivi dovuti alla sua azienda. Nell’intervista ci spiega cosa non ha funzionato e come la collaborazione con Aceper abbia risolto il problema.

Quando e perché ha deciso di investire nelle energie rinnovabili?
Ho deciso di investire nel fotovoltaico nel 2010 approfittando degli incentivi per lo smaltimento delle lastre di eternit sui nostri capannoni e nello stesso tempo avere l’opportunità di investire in energie pulite.

Ha avuto difficoltà nella gestione amministrativa delle pratiche?
Il lavoro mi vede ogni giorno impegnato nella gestione delle coltivazioni. Per rendere attiva la mia scelta mi sono dovuto scontrare con una burocrazia inaspettata: sinceramente avevo sottovalutato la gestione amministrativa che stava dietro, credendola molto più snella. Mi sono invece trovato in un vortice molto complesso. Agli inizi le letture del contatore dovevano essere fatte giornalmente e questo portava via del tempo inficiando su quello che è il mio core business.

Come ha affrontato queste difficoltà?
Le problematiche le ho affrontate a mano a mano che si presentavano, con l’aiuto dei partner di allora.

Come ha conosciuto Aceper?
L’ associazione l’ho conosciuta tramite il vostro consulente, Gualtiero Casalegno, in occasione di una sua visita in zona.

Ci sono stati degli imprevisti tecnici? Che cos’hanno comportato?
Disguidi di carattere tecnico ci sono stati fin da subito e sono riuscito a risolverli solo dopo qualche tempo, con Ecotechno Impianti, un’azienda che si occupa di manutenzione degli impianti fotovoltaici, conosciuta tramite Casalegno. La causa del problema aveva origine dal contatore delle produzioni che era fuori taratura e, quindi, i dati che inviavo alle dogane per il pagamento degli incentivi erano errati.Per anni ho percepito dal GSE,  per via di questo guasto tecnico, un decimo degli incentivi che mi sarebbero spettati. Grazie alla consulenza di Aceper e all’intervento di Ecotechno Impianti sono riuscito a recuperare circa 35.000 euro oltre che ovviamente veder aumentato il mio incentivo mensile adeguato alla corretta lettura dell’energia immessa.

Come considera la sua esperienza con Aceper? Consiglierebbe la consulenza dell’Associazione ai produttori di energia rinnovabile?
Da un lato lo Stato incentiva le aziende a investire nelle fonti rinnovabili, dall’altro però la burocrazia che vi ruota attorno rende difficile, per chi non è del mestiere, essere costantemente aggiornato sulle nuove normative ed evitare di incappare in sanzioni. Come ho spiegato, il nostro mestiere consiste nel gestire le produzioni agricole. Consiglierei a chiunque si trovasse nella mia situazione di indirizzarsi a mani esperte, quali sono quelle di Aceper, perché un partner affidabile e costantemente aggiornato sulle disposizioni in materia è sempre utile, soprattutto se riesce anche a garantirti dei riscontri immediati.

Articolo estratto dal primo numero della rivista Aceper impresa green

Consiglia
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIN
  • Pinterest
Condividi
Taggato in